Cogesa e Cipa avviano il mercatino del riuso dei giocattoli per Natale

riuso_giocattoli

Cogesa SpA e Cipa onlus aprono un nuovo mercatino del riuso e avviano la consegna e la distribuzione dei giocattoli. Da mercoledì 24 novembre a venerdì 21 dicembre sarà possibile consegnare e ritirare giochi per bambini, in occasione del Natale. L’iniziativa rientra nei programmi di attuazione delle buone pratiche del riuso e dell’economia circolare, avviati da Cogesa. Sono tanti gli oggetti per i più piccoli che vengono usati per pochi mesi o giorni e che possono essere tranquillamente donati ad altri. Per questo si richiede la consegna di materiale in buono stato e funzionante, le cui condizioni saranno vagliate di volta in volta dai volontari.

Nell’ottica del riuso responsabile di cose e risorse e con la volontà di avviare la collaborazione fra enti e associazioni, Cogesa e Cipa hanno avviato questa iniziativa in stretta collaborazione.

La consegna e il ritiro dei giocattoli in buono stato potranno essere effettuati ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12, da venerdì 30 novembre a venerdì 21 dicembre prossimi.

Modalità di consegna e ritiro: chiunque può portare o ritirare giocattoli in buono stato, senza limiti di numero, nella sede del Cipa in via San Rufino 2.

“Crediamo nell’auto-determinazione di ognuno e nel comportamento responsabile delle persone – spiega l’amministratore unico del Cogesa SpA, Vincenzo Margiotta – perciò chi potrà permetterselo, siamo sicuri, donerà più di quanto porterà a casa. Nell’invitare quante più persone possibili al nostro mercatino del riuso, non possiamo non ringraziare il Cipa per la disponibilità dimostrata”.

Attualmente la sede del Cipa ospita anche le attività dei ragazzi con disabilità seguiti dall’Anffas.

“Abbiamo accolto con piacere la proposta del Cogesa di collaborare ad un mercatino del riuso – interviene il presidente del Cipa onlus, Domenico Boiocchi – da sempre siamo sensibili ad iniziative di questo tipo e da qui la nostra disponibilità anche in questo caso, nei confronti di un’azienda così attenta all’ambiente e alle persone come Cogesa”.

In occasione della riapertura delle scuole Cogesa aveva avviato la raccolta di libri di testo e materiale scolastico, che è stato distribuito in grandi quantità ai Comuni che ne hanno fatto richiesta per i loro centri di accoglienza e assistenza, al Cipa e ad altre associazioni benefiche e no profit.