F.A.Q. – Domande frequenti

logosito512

1 - C’è un’isola ecologica a Sulmona? E se sì dove si trova?

L’isola ecologica è in via di realizzazione nell’impianto di Cogesa SpA, in via Vicenne, località Noce Mattei e sarà inaugurata il primo febbraio 2018.
In attesa dell’apertura del centro di raccolta di Sulmona, si può utilizzare il servizio gratuito di ritiro ingombranti al numero verde 800.012.490, attivo dalle 9:00 alle 12:00 dal lunedì al sabato.

2 - Come si smaltiscono i rifiuti ingombranti (mobili, elettrodomestici, materassi, ecc.)?

Basta chiamare il servizio gratuito di ritiro ingombranti al numero verde 800.012.490, attivo dalle 9:00 alle 12:00 dal lunedì al sabato, per vedersi ritirato sotto casa ogni tipo di rifiuto ingombrante (tranne per i rifiuti speciali delle utenze non domestiche che seguono un altro iter)

3 - Come si smaltiscono i pannoloni per adulti?

I pannoloni e i pannolini vanno smaltiti come rifiuto SECCO/RESIDUO. La raccolta varia da Comune a Comune.
Per il Comune di Sulmona possono essere esposti ogni giorno in un sacchetto di fianco al materiale previsto in calendario.

4 - Dove si buttano gli assorbenti femminili?

Gli assorbenti femminili tradizionali devono essere gettati nel contenitore del SECCO/RESIDUO di norma di colore grigio. Esistono in commercio anche assorbenti biodegradabili che possono essere gettati nel contenitore dell’organico (MARRONE), oppure prodotti alternativi all’usa e getta come la coppetta mestruale.

5 - Dove si buttano i pannolini per bambini?

I pannolini dei bambini devono essere gettati nel contenitore del SECCO/RESIDUO o portati al centro di raccolta, dove vengono ritirati gratuitamente. Possono, comunque, essere esposti (varia da Comune a Comune) ogni giorno di fianco al materiale previsto in calendario, senza doverli tenere in casa una settimana.
Esistono in commercio anche pannolini biodegradabili, che possono essere gettati nel contenitore dell’organico (MARRONE) oppure pannolini lavabili e riutilizzabili.

6 - In quali tipi di sacchetti può essere messo l'organico?

L’organico può essere raccolto in sacchetti di materiale compostabile.

7 - Compostabile o biodegradabile?

La differenza sta nel tempo. Questi due termini, spesso confusi per sinonimi, hanno infatti una differenza sostanziale che bisogna conoscere per non incorrere in errori quando si fa la raccolta differenziata. Un elemento biodegradabile non è infatti automaticamente anche compostabile. Per fare chiarezza, partiamo dalla definizione: si definisce biodegradabile qualsiasi materiale che possa essere scomposto da batteri, luce solare e altri agenti fisici naturali, in composti chimici semplici come acqua, anidride carbonica e metano. Un processo che coinvolge una moltitudine di materiali, ma che può prevedere per ogni elemento un suo tempo, anche lungo, di degradazione. La normativa europea stabilisce però dei paletti. Per essere definito biodegradabile un prodotto deve decomporsi del 90% entro 6 mesi. Si definisce invece compostabile (trasformabile in compost, un concime naturale) quel materiale che non solo è biodegradabile ma anche disintegrabile e il cui processo di decomposizione avviene in meno di 3 mesi.

8 - Perché posate usa e getta in plastica devono essere buttate nel SECCO/RESIDUO?

Le posate in plastica usa e getta non rientrano nella categoria degli imballaggi (infatti non sono iscritti al CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi) e non sono riciclabili con la raccolta del multimateriale. Essi dovranno essere conferiti nel contenitore dei rifiuti SECCO/RESIDUO di norma di colore grigio. Piatti e bicchieri, invece anche nella plastica

9 - Come si smaltiscono potature, sfalci dell'erba di giardini e orti?

Sfalci dell’erba e tronchi con un diametro fino a 10 cm possono essere gettati nel mastello dell’organico (MARRONE) e, in caso di grandi quantità, possono essere rilegati in fascine ed esposti il giorno del ritiro non più di due per volta.
Potature di grandi dimensioni, come tronchi di diametro superiore a 10 cm, devono essere portati gratuitamente al centro di raccolta – isola ecologica o previa prenotazione al numero per la raccolta degli Ingombranti.

– E’ possibile fare il compostaggio domestico richiedendo la compostiera al Comune di residenza, un contenitore da giardino o orto che consente di produrre direttamente il compost (fertilizzante di alta qualità).

– Per Sulmona Il materiale informativo e i moduli di adesione sono reperibili presso il Comune di Sulmona, sul sito web istituzionale comunale www.comune.sulmona.aq.it e sul sito web www.sulmona.incompost.it, mentre sul portale www.incompost.it

10 - Come si smaltiscono gli oli esausti?

Gli oli esausti, compreso quello alimentare, non devono assolutamente essere gettati negli scarichi, né nell’organico, perché altamente inquinanti e utilmente riciclabili a scopo energetico.
La raccolta varia da Comune a Comune. Possono essere portati gratuitamente nei centri di raccolta o nelle apposite isole ecologiche

In attesa dell’apertura del centro di raccolta di Sulmona, si può utilizzare il servizio gratuito di ritiro ingombranti al numero verde 800.012.490 dalle 9:00 alle 12:00 dal lunedì al sabato.

11 - Come si può smaltire il cristallo? E i bicchieri di vetro?

Gli oggetti in cristallo devono essere gettati nel contenitore del SECCO/RESIDUO di norma di colore grigio. Questi oggetti non possono essere riciclati in quanto il cristallo contiene al suo interno l’ossido di piombo che non consente il riutilizzo di questo materiale. Bicchieri e stoviglie di vetro possono essere gettati nell’apposito contenitore del VETRO (usualmente di colore VERDE).

12 - Come si smaltiscono i rifiuti pericolosi?

I rifiuti pericolosi (contrassegnati da simboli come la X, il teschio e il fuoco), come bombolette spray, vernici, solventi e batterie usate possono essere portati al centro di raccolta-isola ecologica, dove vengono ritirati gratuitamente.
I contenitori vuoti di questi materiali (ad esempio flaconi in plastica di varichina o acetone, generalmente contrassegnati con il simbolo X), se sciacquati accuratamente sotto l’acqua corrente possono essere gettati nel mastello del multimateriale plastica e metalli (BLU).

13 - Come si smaltiscono neon e lampadine a risparmio energetico?

I neon e le lampade a risparmio energetico possono essere riconsegnati ai rivenditori autorizzati o portati al Centro di raccolta-isola ecologica.

14 - Dove si gettano le capsule delle macchinette del caffè? E le cialde?

Le capsule per il caffè espresso sono costituite da un rivestimento in plastica che contiene la polvere del caffè; generalmente non è possibile separare i due tipi di rifiuti e quindi le capsule devo essere gettate nel contenitore dell’indifferenziato-secco (usualmente GRIGIO). Nel caso però si riesca a separare i due tipi di materiali è possibile gettare l’involucro in plastica nel mastello del multimateriale (BLU) e la polvere del caffè nel contenitore dell’organico (MARRONE). Le cialde per le macchine da caffè invece sono rivestite di materiale di carta da filtro e possono essere conferite nel contenitore dell’organico (MARRONE).

15 - E' necessario togliere le etichette in carta da bottiglie e altri contenitori?

No, non è necessario staccare le parti in carta che rivestono bottiglie, scatolette ecc.. prima di essere gettati nella cesta della plastica (BLU) e vetro (VERDE).