Uffici chiusi al pubblico e smart working, Cogesa avvia misure di prevenzione da Coronavirus

cogesaSede

Uffici chiusi al pubblico e smart working per quei dipendenti che fanno richiesta e che possono lavorare da casa. Cogesa fa proprie le direttive dell’ultimo Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri (Dpcm 8 marzo 2020) e limita gli eccessi esterni negli uffici e prova a contribuire al contenimento del contagio da Coronavirus.

Da oggi saranno ricevute segnalazioni da parte degli utenti solo attraverso i nostri canali social (Facebook, Messenger, Instagram, Twitter, Telegram e LinkedIn dove ci trovate come Cogesa Spa e Cogesa Ambiente) e il numero verde 800.012490, mentre sarà sospeso il servizio di front office col pubblico. Le prenotazioni degli ingombranti potranno essere fatte anche all’indirizzo email ingombranti@cogesambiente.it e le segnalazioni a ecosportello@cogesambiente.it.

A disposizione dei dipendenti ci sono soluzioni disinfettanti e gli uffici saranno sanificati da una ditta specializzata, al fine di garantire massima igiene. Tutti i settori, infatti, sono stati dotati di materiale per la pulizia e per una disinfezione aggiuntiva delle postazioni di lavoro.
Per quanto riguarda gli operatori sono già in loro dotazione tutti i dispositivi di sicurezza per limitare eventuali contagi ed è già stato raccomandato loro di cambiarsi, evitando di utilizzare gli spogliatoi in troppe persone.

“Fortunatamente la nostra Società dispone già di suo di tutte le misure di sicurezza per i propri dipendenti – interviene l’amministratore unico di Cogesa SpA, Vincenzo Margiotta – per questo le ulteriori misure dello smart working e della chiusura al pubblico vanno nella direzione di prevenire eventuali contagi e la propagazione del virus. I nostri informatici e tecnici sono già a lavoro per consentire di operare da remoto su molti comparti, non fermando alcuna attività.

Chiaramente ci sono dipendenti che non potranno beneficiare di tale sistema di protezione, penso agli addetti agli impianti nonché ai servizi, ai quali va il mio plauso e con i quali io personalmente condividerò questi momenti difficili.

Ai cittadini raccomandiamo di svolgere in maniera corretta la raccolta differenziata come di solito fanno e di prestare maggiore attenzione, in questa fase, alla pulizia e sanificazione dei mastelli o carrellati in loro dotazione”.

Sulmona, 9 marzo 2020                                                                           Ufficio Comunicazione Cogesa SpA